CGIL-CISL-UIL lanciano monito al Governo: “DALLE PAROLE AI FATTI !”

Categorie: , , , , , , , , , , , , , , | 12-10-2019

Continua il confronto  Governo-parti sociali nell’ambito della definizione delle misure della prossima Legge di Bilancio e sulle politiche economiche per una crescita sostenibile del Paese e per l’occupazione.

CGIL-CISL-UIL hanno ribadito con forza nei giorni scorsi, davanti a migliaia di delegati presenti al forum di Assago-Milano, le priorità unitarie per la prossima Manovra rilanciando tutte le azioni e gli interventi per un fisco più equo e una previdenza sostenibile, con una attenzione dedicata anche alla crescita  economica compatibile con il rispetto e la tutela ambientale.

Le Organizzazioni sindacali negli interventi dei rispettivi Segretari Generali Barbagallo(UIL), Furlan(CISL)  e Landini(CGIL) hanno chiesto al Governo un segnale di forte discontinuità in campo economico e nelle politiche per il lavoro, evidenziando che il periodo dei “secondi tempi” rispetto al recupero dalla crisi economica per lavoratori e pensionati é terminato, rendendosi necessarie misure concrete per il recupero del poter d’acquisto di stipendi e pensioni.

Spazio e merito hanno trovato nelle rivendicazioni sindacali anche le richieste di investimenti nel lavoro pubblico per al rinnovo dei CCNL e con particolare attenzione e riguardo a sostenere l’azione educativa e formativa di Scuola Università e Ricerca, risorse imprescindibili per l’innovazione del Paese chiamato ad affrontare le sfide della digitalizzazione.

Al Governo ora raccogliere il monito lanciato da CGIL-CISL-UIL passando veramente “DALLE PAROLE AI FATTI!”