Cgil-CISL-Uil: unite e pronte a sostegno della forte mobilitazione sulla SCUOLA!

Categorie: , , , , , , , , , | 14-03-2019

Continua l’impegno unitario di CGIL, CISL e UIL  sui temi e le questioni aperte della Scuola, al centro delle iniziative di mobilitazione promosse da Flc Cgil, CISL SCUOLA e Uil Scuola Rua.

I segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan, Carmelo Barbagallo di CGIL, CISL e UIL hanno assunto e fatto propri gli obiettivi per la Scuola, apprezzando anche la ricerca di un più ampio coinvolgimento su tali tematiche di altre espressioni associative e del sociale.

Hanno poi ribadito il loro sostegno alle federazioni di categoria che con forza rivendicano l’avvio del confronto per il rinnovo del contratto scaduto il 31 dicembre avendo come obiettivi:

– efficaci risposte a un’emergenza salariale non più sostenibile;

-il contrasto al fenomeno della precarietà del lavoro, che raggiunge nella scuola livelli abnormi sia fra il personale docente che fra il personale ATA;

-la salvaguardia delle prerogative contrattuali a fronte del pesante attacco portato con provvedimenti di legge oggi in discussione;

-una politica degli organici e delle assunzioni che tenga conto del reale fabbisogno per garantire efficacia e qualità dell’offerta formativa su tutto il territorio nazionale,

-la netta riduzione di appesantimenti burocratici e sovraccarichi insostenibili di lavoro per le istituzioni scolastiche autonome.

In linea con l’appello unitario dei Sindacati Scuola, Cgil – CISL – Uil condividono il netto dissenso espresso rispetto a ipotesi di regionalizzazione del sistema di istruzione che ne mettano in discussione il carattere unitario e nazionale del sistema di Istruzione che in modo imprescindibile deve essere garanzia di pari opportunità di accesso al diritto allo studio e di elevata qualità della Scuola su tutto il territorio italiano.

Dopo i presidi sindacali già in essere sui precari docenti e Ata, nei prossimi giorni Cgil – CISL – Uil proseguiranno congiuntamente a Flc Cgil, CISL SCUOLA e Uil Scuola Rua nelle iniziative già programmate valutando ulteriori sviluppi della loro azione che, laddove il Governo continuasse a ignorare le istanze dei lavoratori della Scuola, potrebbe portare alla formale richiesta di avvio delle procedure di conciliazione che precedono lo sciopero.