CCNI Fondo MOF: in arrivo le consuete poche risorse rispetto al necessario!

Categorie: , , , , , , , , | 01-08-2020

Si è aperto in questi giorni il tavolo di trattativa nazionale rispetto alla definizione della distribuzione delle risorse da destinare agli Istituti per Scolastici per il Miglioramento dell’offerta formativa e i compensi per le atttività aggiuntive rese dal personale docente, educativo e ATA

Il testo del nuovo CCNI illustrato alle Organizzazioni Sindacali, rispetto all’anno precedente, prevede che le risorse relative alla valorizzazione del personale scolastico (Bonus ex Legge 107/2015) confluiscano direttamente nel Fondo d’Istituto e vengano assegnate alle scuole per l’ 80% sulla base dell’organico complessivo delle unità di personale presente in ciascun Istituto e per il 20% sulla base del disagio.

Le risorse del “Bonus” potranno pertanto essere impiegate per retribuire sia il personale di ruolo che quello precario, non solo finalizzate agli impegni dei docenti ma anche di tutto il personale Ata ed Educativo .

Tali risorse saranno potranno essere finalizzate anche a retribuire gli impegni del personale nelle attività di recupero dei debiti nella parte iniziale del mese di settembre, prima dell’inizio delle lezioni.

Come Cisl Scuola abbiamo evidenziato e ribadito come ancora una volta, a fronte di nuovi compiti e aggravi lavorativi richiesti al personale docente e ATA dalla ripresa delle attività e in presenza di numero di addetti in crescita (ex lsu, co.co.co.potenziamento) le risorse stanziate restino sempre le stesse.

Insieme alle altre Organizzazioni Sindacali Scuola abbiamo richiesto la firma di una dichiarazione congiunta, che impegni il Ministero a reperire nuove risorse.