Firmato il rinnovo del CCNL dopo 10 anni di dura e difficile attesa!

Categorie: , , , , , , , , | 10-02-2018

Dopo una trattativa senza sosta e 10 lunghi anni di forti rivendicazioni, denunce e attese si è recentemente giunti alla firma del rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale per 1 milione e 200 mila lavoratori della Scuola.

Gli aumenti retributivi previsti  vanno da un minimo di 80,40 a un massimo di 110,70 euro, salvaguardando per le fasce retributive più basse anche il bonus fiscale di 80 euro.

Per quanto riguarda la parte normativa il nuovo CCNL , contrariamente alle comunicazioni strumentalizzate circolate nelle scorse settimane, non prevede alcun aumento di carichi e orari di lavoro né arretramenti per quanto riguarda le tutele e i diritti, ma al contrario si introducono nuove opportunità di accedere a permessi retribuiti per motivi personali e familiari o previsti da particolari disposizioni di Legge.

Altro aspetto rilevante tra le novità di rilievo è il diritto alla disconnessione, a tutela della sfera personale e della dignità del lavoro, messe al riparo dall’invasività delle comunicazioni affidate a mail e whatsapp.

In merito alla definizione del codice disciplinare relativamente al personale docente, contrariamente alla forte volontà dell’Amministrazione di inserire forti penalizzazioni e licenziamenti immediati per cause disciplinari, si è ottenuto il rinvio a una specifica sequenza contrattuale con l’obiettivo di una piena garanzia di tutela della libertà di insegnamento.

Le disposizioni del nuovo CCNL  rafforzano un modello che valorizza fortemente la dimensione partecipativa e la collegialità nella misura in cui riportano alla contrattazione le risorse finalizzate alla valorizzazione professionale, ripristinando la titolarità di scuola e assumendo in modo esplicito un’identità di Scuola come comunità educante.

La firma del rinnovo Contrattuale rappresenta il primo passo nella direzione del riconoscimento del lavoro e della necessaria considerazione sociale della Scuola, che come CISL e CISL SCUOLA con costante impegno faremo proseguire nel prossimo futuro, impegnando fin da subito qualsiasi futura maggioranza politica al Governo del Paese a  destinare più risorse e investimenti per una concreta valorizzazione del personale docente, educativo e ATA.

Per maggiori approfondimenti rimandiamo al comunicato unitario e al  volantino di approfondimento  sui contenuti e le motivazioni del rinnovo del CCNL, che riportiamo in allegato.

allegati:

Rinnovo CCNL 2018