Lavoratori fragili: nonostante la circolare permangono alcune zone d’ombra!

Categorie: , , , , , , , , , | 22-09-2020

Segnaliamo al personale scolastico interessato che anche a seguito delle  sollecitazioni sindacali, il Ministero ha pubblicato una circolare con la quale impartisce indicazioni circa il riconoscimento dello stato di fragilità di lavoratori e lavoratrici in relazione al perdurare del contesto di emergenza Covid 19 e delle contro misure a protezione della tutela della salute, a partire dal luogo di lavoro.

Evidenziamo che l’individuazione del lavoratore fragile é disposta dal Dirigente Scolastico a seguito di richiesta del personale interessato, previa acquisizione della valutazione del parere del medico competente che stabilisce, in base anche all’esame della documentazione attestante quadro patologie, l’idoneità o l’inidoneità parziale o totale a svolgere il servizio in presenza.

Con particolare riguardo al personale docente temporaneamente inidoneo allo svolgimento dell’attività in presenza, vi é la possibilità per quest’ultimo di richiedere utilizzo in altri compiti mediante apposito provvedimento con svolgimento di 36 ore settimanali; in mancanza di richiesta di tale utilizzo scatta la collocazione del personale fragile in malattia d’ufficio.

Nonostante le indicazioni ministeriali non risulta semplice districarsi soprattutto  tra le diverse procedure che variano di caso in caso e le non sempre dettagliate indicazioni del medico competente, circa l’impiego parziale in sicurezza del personale; a tal fine riportiamo in allegato apposita scheda di supporto e approfondimento sulla tematica.

allegati:

Circolare Ministeriale 0001585-2020 Lavoratori fragili

Scheda CISL SCUOLA – Lavoratori fragili