Organico provinciale docenti: forti preoccupazioni per il calo nella scuola primaria e dell’Infanzia!

Categorie: , , , , | 19-05-2020

Si é tenuta stamattina in video conferenza l’informativa sugli organici provinciali del personale docente per  il futuro anno scolastico 2020-2021.

Complessivamente i posti di docenza attivati saranno 8823 con un sensibile calo dei posti interi ed un aumento dei posti ricavati da spezzoni orari, a cui si aggiungono 1247 posti di sostegno.

I posti in organico di diritto saranno ripartiti tra i diversi ordini di scuola come segue:

INFANZIA 722 posti comuni  e 147 posti di sostegno, con una diminuzione complessiva di 4 posti rispetto all’anno precedente;

PRIMARIA 3175 posti comuni e 584 posti di sostegno , con una riduzione complessiva di 27 posti e 14 docenti perdenti posto(9 posto comune e 5 sostegno);

SECONDARIA 1° grado 2082 cattedre tra posti interi e spezzoni e 336 posti di sostegno, con un aumento complessivo di 10 posti ma anche 10 docenti in soprannumero su sede(8 su cattedra e 2 su sostegno)

-SECONDARIA 2° grado 2820 cattedre tra posti interi e spezzoni e 256 posti di sostegno, con un aumento complessivo di 15 cattedre ma ben 14 docenti in soprannumero su sede(12 su cattedra e 2 su sostegno)

Le variazioni sopra riportate sono il riflesso dell’andamento numerico della popolazione scolastica che pur  registrando un lieve calo(-124 alunni a livello provinciale rispetto all’anno precedente) vede il trnsito numerico crescere sul settore secondario mentre registra forti diminuzioni alla scuola dell’infanzia con una riduzione di -217 bambini che diviene ancor più importante nella scuola primaria con 582 alunni in meno rispetto all’anno precedente.

Dato in controtendenza alla diminuzione della popolazione scolastica risulta quello legato alla crescita di tempo scuola, con sole 7 nuove classi a tempo pieno autorizzate a fronte di 51 nuove richieste.

Come CISL SCUOLA Verona pur considerando che al momento l’andamento numerico dei posti di personale ricalca in modo ragionieristico le variazioni del flusso degli alunni tra i diversi ordini e gradi di Scuola, abbiamo chiesto di avere attenzione e un forte impegno nell’adeguamento dei posti con l’organico di fatto per la scuola dell’infanzia e primaria, in considerazione anche che sarà necessario da settembre con il ritorno delle attività in presenza, garantire maggiori coperture e vigilanza per la diversa autonomia e fascia d’età degli alunni in relazione alle misure anti contagio da Covid-19.