1 maggio a Verona: Cgil-CISL-UIl e l’Europa da scrivere per lavoro, giovani e futuro!

Categorie: , , , , , , , , , , , | 26-04-2019

Segnaliamo a iscritti e simpatizzanti le iniziative promosse unitariamente da Cgil, CISL e Uil a Verona, per il prossimo 1° maggio, in ricorrenza della Festa dei Lavoratori.

Quest’anno il tema di fondo delle iniziative sarà caratterizzato dall’Europa che tutti vorremmo migliorata, sopratutto con particolare attenzione al mondo del lavoro,  ai giovani e al futuro della società e  della sostenibilità ambientale.

Per la Festa dei Lavoratori Cgil-CISL-Uil Verona poteranno in Piazza Bra il 1 maggio a partire dalle ore 10.30 con il suono degli inni nazionale e europeo e poi con il flash mob alle ore 11,00, l’idea di un progetto condiviso e da scrivere  per una nuova Europa più attenta a diritti, tutele e al futuro delle molte persone e di quei lavori che ancora oggi purtroppo continuano a NON averne.

La nostra attenzione  è tutta concentrata al lavoro e al sociale per rendere l’Europa un unico corpo. Il che significa uguali diritti per i lavoratori, indipendentemente da dove si trovano: dobbiamo dare regole condivise e comuni a livello europeo, partendo da noi organizzazioni sindacali, e poi confrontarci con le imprese che da tempo non operano più solo a livello locale, ma stanno assumendo sempre più dimensione internazionale” con queste parole il Segretario Generale di CISL Verona, Massimo Castellani, rappresenta il significato profondo della giornata invitando all’ampia partecipazione al flash mob di tutti coloro che da cittadini, lavoratori, giovani vogliano dar vita idee che parlino, anche attraverso la musica e il colore, di una nuova Europa.

Nel riportare in allegato il comunicato unitario sul programma delle iniziative territoriali,  invitiamo anche i lavoratori della Scuola a partecipare numerosi, anche perché guardando al futuro più immediato e in un contesto di unità europea, sarà occasione interessante per parlare anche dei progetti di Autonomia differenziata, contro i quali prosegue incessante la raccolta firme sull’Appello unitario contro la regionalizzazione del sistema di Istruzione.

allegati:

Comunicato unitario 1 maggio 2019 a VERONA_l’Europa da scrivere per Lavoro Giovani e Futuro