Diplomati-GAE: il Consiglio di STATO rianima le speranze dei ricorrenti!

Categorie: , , , , | 13-11-2018

Ieri, in singolare concomitanza con l’apertura delle domande per il Concorso straordinario Scuola primaria e infanzia, il Consiglio di Stato ha scritto una nuova e significativa pagina sulla questione aperta dei diplomati magistrali.

Proprio quando per la pronuncia in plenaria del massimo organo di giustizia amministrativa, il destino dei ricorrenti sembrava segnato anche dai recenti provvedimenti Governativi, il Consiglio di Stato con propria recente ordinanza cautelare, che riportiamo in allegati, ha sparigliato le carte rinviando nuovamente la discussione della questione nel merito ad una nuova Adunanza Plenaria .

Ciò oltre a riaccendere la speranza di molte e molti ricorrenti é indice che la questione, sempre più complessa, non é affatto risolta e rischia di trascinarsi ancora nel tempo con strascichi che incideranno sia sotto il profilo occupazionale sulle legittime attese del personale diplomato che punta all’inserimento in GAE per raggiungere un ruolo per il quale da tempo é in servizio, sia per quanto attiene la copertura dei posti vacanti in continuo e crescente aumento e sui quali, per un netto e colpevole difetto di programmazione da parte del Ministero, non vi é un numero sufficiente di insegnanti  a copertura.

Come CISL SCUOLA Verona riteniamo,  che nonostante gli sforzi fatti dal Ministro e dal Governo, nell’individuare la soluzione alla questione che si trascina ormai da troppo tempo servisse più coraggio e meno superficialità nell’analizzare non solo le diverse posizioni dei singoli ricorrenti, ma anche e soprattutto negli investimenti in capitale umano a garanzia del concreto e qualitativo funzionamento della scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria.

A nostro avviso c’é ancora tempo per cambiare rotta da parte del Ministero rimettendo al centro la Scuola come bene comune, assicurando ai bambini gli insegnanti che servono e sono necessari al funzionamento delle scuole e al personale docente una prospettiva certa di assunzione.

allegati:

CONSIGLIO di STATO Ordinanza diplomati 12_11_2018