Bonus e contrattazione: alcuni passi avanti ma la situazione non si sblocca!

Categorie: , , , , , , , , | 10-02-2020

L’incontro odierno convocato presso il MIUR per discutere in merito alla piena contrattazione del bonus per la valorizzazione del personale docente alla luce delle innovazioni introdotte dalla Legge di Bilancio 2020, negli esiti ha in parte deluso le attese.

Nel registrare un positivo passo avanti  nel riconoscimento anche da parte dell’Amministrazione della piena restituzione fin da subito alla contrattazione delle risorse del bonus secondo le nuove disposizioni, ancora interlocutoria rimane la posizione del Ministero dell’Istruzione che giudicando la questione assai complessa ha rimesso la questione al parere del Ministero della Funzione Pubblica, ritardando ancora una volta le indicazioni che sono attese dagli Istituti Scolastici, anche in relazione al diverso stato di avanzamento delle contrattazioni di Istituto.

Se infatti per i tavoli in cui le trattative sono ancora in corso le risorse del bonus possono essere impiegate per la valorizzazione più ampia del personale scolastico includendo anche una platea di lavoratori e lavoratrici ad oggi a diverso titolo esclusi, altrettanto lineare non risulta l’applicazione delle novità  normative in materia per quei contratti già siglati e da tempo chiusi.

Come CISL SCUOLA  coerentemente al nostro impegno sulla questione abbiamo ribadito le nostre osservazioni e rappresentato al Ministero la necessità di fornire alle singole scuole indicazioni urgenti e chiare, ritenendo altresì che, fatte salve le prerogative e la facoltà delle parti di riaprire le trattative per soddisfare eventuali esigenze nel frattempo emerse, laddove i contratti siano conclusi possano considerarsi definitivi.