Coronavirus: verso la riapertura degli Istituti il 2 marzo, con forti criticità organizzative!

Categorie: , , , , , , , , , , | 28-02-2020

Segnaliamo al personale scolastico che dalle recenti affermazioni della Regione e del Ministero dell’Istruzione emerge l’orientamento che dovrebbe, salvo imprevedibili e negativi sviluppi, portare alla riapertura delle Scuole veronesi e alla ripresa delle attività a partire da lunedì  prossimo 2 marzo.

Alla luce dell’evolversi della situazione e le possibili criticità che potrebbero emergere alla luce delle restrizioni dell’Ordinanza Regionale,  già da oggi come Cisl e Cisl Scuola Veneto stiamo interloquendo e facendo il possibile affinchè  l’Assessore Regionale all’istruzione valuti l’apertura delle  scuole nella giornata di lunedì 2 marzo per la sola pulizia e da martedì 3 marzo per la ripresa dell’ attività didattica; laddove ciò non si verificasse toccherebbe ai Comuni farsi carico della “sanificazione” degli Istituti sin da subito e sino a domenica.

In queste ore concitate in cui ci si prepara alla ripresa come CISL SCUOLA Veneto  siamo intervenuti per denunciare a mezzo stampa, dopo aver raccolto molte segnalazioni dal territorio anche veronese, la situazione incresciosa di scuole private e qualche Istituto pubblico che  avrebbero iniziato a  fare  pressioni sul personale Ata,  affinché quest’ultimo proceda con la sanificazione dei locali, prevista per rendere agibili i locali scolastici tra domani e dopodomani in vista della loro riapertura di lunedì 2 marzo.

“Questo significa far compiere un atto illegale al personale, vista l’Ordinanza di Regione Veneto e Ministero della Salute.”  ha tuonato Sandra Biolo  Segretaria generale Regionale CISL SCUOLA Veneto che ha poi proseguito “I lavoratori sarebbero così passibili di denuncia e lavorerebbero senza copertura assicurativa. Invitiamo tutti i responsabili delle scuole a rispettare l’ordinanza in attesa che le autorità regionali e nazionali trovino una corretta soluzione al problema.”