ELEZIONI Politiche 2022: permessi e utilizzo del personale!

Categorie: , , , , , , , | 23-09-2022

Domenica prossima 25 settembre, si svolgeranno le Elezioni Politiche.

Nel ricordare ed evidenziare l’importanza di partecipare al voto, come nostra buona consuetudine proponiamo a seguire una breve sintesi dei permessi che possono risultare utili al personale docente educativo e ATA.

PERMESSI per CHI è CHIAMATO A SVOLGERE FUNZIONI PRESSO UFFICI ELETTORALI

La Circolare Ministeriale n. 132 del 29.4.1992 richiamando i testi  di alcune note del Ministero del Tesoro, stabilisce che al personale impegnato nelle operazioni elettorali, spetta il riposo compensativo:

– per la domenica, in caso di articolazione dell’orario di servizio settimanale su 6 giorni;

– per il sabato e la domenica, in caso di articolazione dell’orario di servizio settimanale su 5 giorni.

E’ esclusa qualsiasi possibilità di opzione per il pagamento di specifiche quote retributive. La fruizione delle giornate di riposo avviene, di norma, nel “periodo immediatamente successivo” alle operazioni elettorali, ma per esigenze di servizio è possibile concordare con il Dirigente Scolastico riposi compensativi in giornate diverse da quelle “immediatamente successive”.

 

PERMESSI per CHI DEVE VOTARE IN COMUNE DIVERSO DA QUELLO DI SERVIZIO

Nei giorni delle elezioni e’ data possibilità di fruire di permessi retribuiti e ferie secondo quanto disciplinato dal vigente CCNL Scuola.

 

FUNZIONAMENTO SCOLASTICO e UTILIZZO DEL PERSONALE

Durante le elezioni, i locali dei plessi sede di seggio rimarranno chiusi su richiesta delle Amministrazioni comunali e comportando la conseguente sospensione dell’attività didattica.  In tale periodo il personale assegnato ad un plesso NON sede di seggio continuerà a svolgere regolarmente il proprio servizio.

Il personale assegnato invece ad una scuola sede di seggio, verrà utilizzato come segue:

– PERSONALE DOCENTE, analogamente alle altre situazioni di sospensione dell’attività didattica (ad es. per causa di forza maggiore, maltempo, disinfestazioni ecc,) non è tenuto a prestare attività di insegnamento in altri plessi o sezioni staccate dell’istituzione scolastica. E’ fatta salva l’eventuale programmazione di attività funzionali all’insegnamento deliberate nell’ambito del POF.

PERSONALE ATA, viene utilizzato secondo quanto definito dalla contrattazione d’istituto, che individua modalità e criteri per un’equa utilizzazione del personale e un’ eventuale diversa articolazione della prestazione lavorativa in relazione alle esigenze di funzionamento della scuola, nel rispetto delle prerogative degli Organi Collegiali, del Dirigente scolastico e del DSGA. Pertanto previa definizione e accordo con le  RSU, con congruo anticipo e con apposita disposizione motivata da esigenze lavorative concrete, il personale ATA può essere eventualmente assegnato a svolgere temporaneamente il proprio servizio nelle altre sedi scolastiche che non sono seggio elettorale.