Incontro al Ministero: ribadite l’urgenza e le priorità di intervento!

Categorie: , , , , , , , , , , | 01-04-2020

Nell’ incontro odierno, il primo dopo che le relazioni si erano interrotte con l’esplodere dell’emergenza Coronavirus, l’attenzione del tavolo di lavoro, che come CISL SCUOLA vogliamo sia permanente per affrontare tutte le questioni aperte sulla Scuola, si è concentrata sui temi riguardanti nello specifico la Dirigenza Scolastica.

La Ministra ha aperto l’incontro ringraziando i dirigenti scolastici per il loro impegno e per il grande lavoro che stanno svolgendo nel coordinare le attività scolastiche in questo momento possibili solo a distanza, soprattutto considerato che la ripresa delle lezioni in presenza non sarà immediata e accennando altresì che sono al vaglio alcuni provvedimenti specifici, volti a definire le modalità di conclusione dell’anno scolastico corrente e l’avvio del prossimo.

Come  CISL Scuola abbiamo ribadito l’importanza del coordinamento dell’Amministrazione centrale per evitare inutili contenziosi e difformità operative non sul territorio nazionale, evidenziando che è prioritario e  urgentissimo provvedere tempestivamente a fornire indicazioni circa la corretta applicazione dell’art. 121 del decreto-legge 18/2020 e comunicando immediatamente le risorse disponibili per le supplenze.

Altresì abbiamo evidenziato che sono tanti gli aspetti sui quali è necessario intervenire e che riportiamo a seguire:

-gli organici, per i quali sarebbe opportuno confermare, in assenza di specifiche ulteriori esigenze, le attuali dotazioni;

-le procedure per l’adozione dei libri di testo, per le quali abbiamo proposto la moratoria di un anno e la conferma dei testi già in adozione;

-la definizione delle modalità di funzionamento degli organi collegiali e le condizioni per la validità delle delibere, anche in vista degli adempimenti di fine anno soprattutto in materia di valutazione degli allievi.

In particolare sulla Valutazione degli alunni come CISL SCUOLA riteniamo che l’intervento deve essere necessariamente importante e preciso, poiché è urgente che i docenti  dispongano di indicazioni chiare, sulla valutazione delle classi intermedie e finali, sulle modalità di svolgimento degli scrutini e degli esami al termine del primo e del secondo ciclo dell’Istruzione (impossibilità di svolgere le prove nazionali Invalsi e attività di PCTO, numero minimo di giorni di frequenza, composizione delle commissioni, …).

In caso di ripresa delle attività didattiche in presenza, riteniamo sia inoltre doveroso fornire indicazioni per le misure organizzative e i protocolli di sicurezza, che devono necessariamente essere adottati e sulle modalità per la fornitura dei Dispostivi di protezione individuale.

Con riguardo agli aspetti specifici della Dirigenza Scolastica, la CISL Scuola ha chiesto che si provveda rapidamente alla definizione del FUN 2017/18 e contestualmente anche del FUN 2018/2019, mentre non si hanno più notizie del Decreto Interministeriale per l’integrazione del Fondo Unico Nazionale. Inoltre, la nostra Organizzazione ha proposto che, nell’ambito delle operazioni di mutamento di incarico, particolare attenzione sia prestata ai dirigenti scolastici neoassunti che hanno la sede di incarico in regioni diverse da quelle di residenza.

La Ministra ha preso atto delle richieste e delle segnalazioni avanzate dalle Organizzazioni Sindacali e ha preannunciato la convocazione di tavoli tecnici, come peraltro era stato già anticipato nell’ultimo incontro pre-emergenza Covid-19.