Mobilità 2017/2018: ripresa delle TRATTATIVE

Categorie: , , , , , | 07-12-2016

Si è appena concluso al Miur l’incontro politico richiesto per risolvere i nodi emersi al tavolo per il contratto sulla mobilità 2017/2018.
Il capo di gabinetto che guidava la delegazione del Miur ha in premessa dichiarato di voler concludere positivamente il confronto sulla mobilità indipendentemente dall’evoluzione dello scenario politico, ritenendo doveroso proseguire nei propri adempimenti istituzionali nell’interesse del servizio scolastico.
In merito alle criticità relative al CCNI sulla mobilità sono arrivate risposte positive alle principali questioni sollevate nei precedenti incontri, in particolare sulla possibilità, unitariamente richiesta, di conservare la possibilità di trasferimento su scuola e non esclusivamente su ambito.
La posizione iniziale del Miur in materia era infatti stata estremamente rigida, ponendo come inderogabile la previsione della legge 107 secondo cui la mobilità dovesse avvenire esclusivamente su ambito.
La mobilità 2017/2018 inoltre sembra avverrà ancora con le vecchie regole, cioè con una fase all’interno della provincia ed una interprovinciale.
E’ dichiarata la disponibilità dell’amministrazione di conservare la mobilità su scuola nella fase provinciale, mentre c’è riserva sulla possibilità di movimento su scuole anche nella fase interprovinciale.
La richiesta di superamento del blocco triennale sembra sia stata accolta e potrà essere prevista nella normativa contrattuale.
Piena infine la condivisione sull’accantonamento del 50% dei posti per le assunzioni e per l’avvio, contestualemnte alla mobilità, della trattativa sulla “chiamata per competenze” .
Il prossimo incontro amministrazione OO.SS, è previsto la prossima settimana per proporre una più dettagliata proposta su cui sviluppare la trattativa per il nuovo CCNI con l’auspicio che questo si possa concludere al più presto!

Comunicato_unitario_mobilita_7dic_16