Nuovo Anno Scolastico: ancora molte le questioni aperte da risolvere!

Categorie: , , , , , , , , | 01-09-2018

E’ iniziato oggi anche per la Scuola veronese il nuovo anno scolastico 2018-2019, con numerose questioni ancora aperte e per le quali é auspicabile una soluzione a breve.
Mancano pochi giorni infatti alla ripresa delle lezioni e per le operazioni di nomina su incarichi annuali del personale docente non é ancora presente un calendario di convocazione; ciò significa che i collegi docenti cominceranno da oggi la loro attività di programmazione didattica senza la completa ed effettiva copertura dei posti in organico, nonostante le recenti assunzioni a tempo indeterminato sono ancora molti e nell’ordine di centinaia i posti che rimangono vacanti con particolare riguardo ai posti di sostegno e ad alcune classi di concorso della Scuola Secondaria dove rispettivamente per mancanza di aspiranti specializzati in graduatoria e complice il ritardo nella pubblicazione delle graduatorie di merito regionali del Concorso FIT , non si é potuto procedere alle assunzioni a tempo indeterminato.

Per non trascurare poi la situazione della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria, dove i  diplomati magistrali e dei laureati in scienze della formazione non sono sufficienti a coprire tutti i posti vacanti, mentre le soluzioni individuate dal Governo a superamento dei contenziosi fotografano prospettive incerte e molto parziali.

Non migliore la situazione del personale ATA che pur avendo un calendario per le nomine annuali a livello provinciale previste per il 6 settembre,  si ritroverà a dover ancora carichi di lavoro straordinari, dovuti anche al crescente tasso di nomina del personale supplente dalle graduatorie di istituto, con ben 13 segreterie scolastiche veronesi che ad oggi registrano ancora l’assenza della copertura dei posti di D.S.G.A. .

A tale assenza in alcuni casi va sommata anche la situazione delle reggenze che ha raggiunto un preoccupante tasso di oltre il 35% di Istituti veronesi coinvolti e che quest’anno dovranno condividere il Dirigente Scolastico, con le conseguenti e non trascurabili ricadute in termini di complessità gestionale e intensificazione delle prestazioni anche per il personale docente e ATA

Numeri da “bollettino di guerra” che fotografano una situazione di difficoltà crescente su cui come Cisl Scuola Verona concentreremo la nostra azione territoriale per ricercare soluzioni e limitare i disagi.

Nell’augurare a tutto il personale scolastico un buon anno scolastico 2018-2019, ricordiamo inoltre che con oggi riprendono anche i nostri consueti giorni e orari di consulenza a supporto e dedicata al mondo della Scuola.