Organico aggiuntivo Covid: dagli annunci alla concretezza di numeri poco rassicuranti!

Categorie: , , , , | 06-08-2020

In allegato riportiamo il decreto di concerto tra il Ministero dell’Istruzione  e il Ministero dell’Economia e Finanze, con il quale vengono distribuite agli Uffici Scolastici Regionali le risorse per gli organici aggiuntivi connessi all’emergenza Covid.

Secondo quanto già anticipato nella tabella A parte del provvedimento sono riportate la quota assegnata sulla base del numero degli alunni e la quota assegnata proporzionalmente alle richieste avanzate da ciascun Ufficio Scolastico regionale.

Trattandosi di organico collegato a esigenze di carattere straordinario come in occasione degli eventi sismici, Il Ministero ha assegnato a ciascun Ufficio scolastico regionale le risorse economiche attraverso cui individuare il numero dei posti necessari per la stipula di contratti a tempo determinato sia docenti sia ATA necessari; a tal fine nella Tabella B del decreto é riportato il costo mensile unitario per ciascun profilo ATA e per i docenti di ciascun grado.

Non essendo rilevabile dalla tabella il fabbisogno complessivo richiesto da ciascun Ufficio Scolastico regionale, considerate le poche risorse impegnate e quelle promesse dal Ministro in prossimo provvedimento, la CISL SCUOLA unitamente alle altre sigle con la comunicazione che riportiamo in allegato, ha richiesto di ricevere tali dati al fine di poter verificare lo scostamento tra quanto chiesto e quanto assegnato in previsione delle prossime risorse annunciate dal Ministro con il “Decreto Legge di agosto”.

allegati:

Decreto MI e MEF organico aggiuntivo emergenza Covid

richiesta unitaria dati fabbisogno organico aggiuntivo