Personale precario e deucativo: inaccettabile esclusione dalla “Card del docente”

Categorie: , , | 31-10-2015

Con una lettera al  Ministro , i sindacati firmatari del CCNL chiedono un incontro urgente per affrontare la questione delle categorie di personale precario ed educativo, ingiustamente escluse dai beneficiari della “Card del Docente” di cui riportiamo a seguire il testo:

La Legge 107/15 prevede che, a decorrere dall’anno scolastico 2015/16, i docenti delle scuole di ogni ordine e grado siano beneficiari della “Carta del docente”, di euro 500, per l’aggiornamento e la formazione, per l’acquisto di libri pubblicazioni e riviste e altre cose.

La norma prevede che la disposizione si applichi al personale docente di ruolo, mentre ignora il restante personale della scuola. In particolare nel dpcm applicativo restano esclusi dal beneficio irragionevolmente tutti i docenti precari e il personale educativo, 2.215 unità, in servizio nei convitti e negli educandati.

Le scriventi organizzazioni sindacali chiedono un incontro urgente per definire le azioni idonee a riparare una evidente situazione discriminatoria, anche attraverso l’utilizzo delle risorse che dovessero residuare dopo la fase di prima applicazione.”

 

Per la CISL SCUOLA il “ruolo” non può essere uno spartiacque così pesante e discriminatorio nei confronti dei precari che sono comunque già da anni nel mondo della scuola, né tantomeno può essere così sottovalutato il personale educativo.