Posizioni economiche ATA: subito pagamento e riattivazione!

Categorie: , , | 24-01-2015

Nel corso del recente incontro, richiesto dalle organizzazioni sindacali, e svoltosi presso il MIUR sono state affrontate le  questioni  riguardanti le posizioni economiche del personale ATA con particolare riguardo:

  • al mancato pagamento dell’ una tantum (fino al 31 agosto 2014) ai lavoratori che, pur avendo il decreto di attribuzione giuridica, non hanno mai riscosso il beneficio economico per ritardo nella procedura o per la sospensione dettata dal Miur a settembre 2013;
  • alla riattivazione dell’erogazione della posizione economica dal 1 gennaio 2015, a fronte della assenza della proroga del blocco disposto dal D.L. 78/2010.

L’Amministrazione ha informato le Organizzazioni Sindacali che,  in merito alla prima questione ed a seguito di quesito rivolto al Mef, la possibilità del pagamento dell’una tantum ai circa 5000 lavoratori esclusi dalla prima emissione di NoiPA può passare solo attraverso il reperimento di ulteriori risorse in quanto quelle stabilite previste nell’Accordo del 7 agosto 2014 sono da considerarsi a esclusiva copertura del complessivo recupero per somme già attribuite.

La CISL Scuola ha duramente contestato tale interpretazione data dal Mef su cui il Miur ha basato la sua informativa. Infatti sia Ia legge 41/2014 sia il Ccnl 7 agosto 2014 prendevano a riferimento il personale giuridicamente beneficiario della posizione economica negli anni 2011, 2012 e 2013 senza prevedere alcuna esclusione. La CISL  Scuola ha pertanto  ribadito che la somma una tantum deve essere corrisposta a tutti, anche a quei lavoratori che pur avendo il decreto di attribuzione della posizione non hanno percepito alcuna una tantum a compensazione.

La CISL Scuola ha altresì sollecitato il MIUR a fornire  indicazioni chiare per il ripristino del pagamento delle posizioni economiche a partire dal 1 gennaio 2015 per tutti coloro che negli anni scolastici 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014 ne risultassero beneficiari. In tale ottica la CISL Scuola ha inoltre richiesto, vista la fine del blocco, il riavvio immediato delle procedure per l’effettuazione delle surroghe nella misura pari al personale Ata già beneficiario di posizione cessato dal servizio.

A fronte delle richieste avanzate il Ministero ha  ritenuto di dovere effettuare specifico approfondimento aggiornando il confronto  al prossimo  28 gennaio .