Precariato: servono risposte concrete!

Categorie: , , , | 28-03-2011

La recente sentenza del Tribunale del Lavoro di Genova, evidenzia ancora una volta la sanzionabilità del ricorso sistematico e troppo esteso al lavoro precario nel mondo della Scuola.

 Questa pur essendo l’ultima di una serie di sentenze favorevoli ai precari della Scuola sulle quali, trattandosi di sentenze in primo grado, occorre essere cauti nella valutazione e nella gestione degli esiti, riporta l’attenzione della discussione sulla stabilizzazione del rapporto di lavoro del personale precario della Scuola.

Risulta difficile immaginare che la soluzione al problema si possa avere attraverso  la politica, adottata dall’attuale Governo, delle assunzioni in ruolo “con il contagocce”  o per la sola via giurisprudenziale “a suon di sentenze”.

Per risolvere concretamente il problema e la difficile condizione del Precariato, occorre senz’altro un adeguato piano di assunzioni in ruolo a copertura di tutti i posti vacanti e disponibili, che da tempo, come Cisl Scuola, stiamo chiedendo e sul quale proseguiremo il nostro impegno.

In merito alla questione, clicca qui e leggi la recente dichiarazione del Segretario Nazionale, Francesco Scrima.