Scuola Comunale: Consiglio di Stato non ferma ragioni delle docenti!

Categorie: , | 14-11-2015

E’ tornata a far parlare la questione aperta della Scuola dell’Infanzia del Comune di VERONA. L’ Amministrazione Comunale infatti con toni assai discutibili é intervenuta sulla stampa locale per commentare l’unico esito favorevole alla proprio miope e illegittimo comportamento e  che tale a tutt’oggi continua a permanere.

L’ esito del Consiglio di Stato riguarda aspetti meramente  procedurali e non cancella nel merito le condanne passate in giudicato che il Comune di Verona ha riportato per comportamento antisindacale presso il tribunale di Verona  e la Corte d’appello di Venezia, come invece vorrebbe far credere all’ opinone pubblica qualche esponente dell’amministrazione comunale.

Ricordiamo infatti che le docenti comunali hanno subito un cambio unilaterale delle proprie condizioni lavorative e della struttura retributiva a causa di una scelta illegittima del Comune che ha disconosciuto un accordo stipulato con le Organizzazioni Sindacali Scuola nel 1997;  accordo che  il Tribunale di Verona, respingendo il ricorso di nullità presentato dallo stesso Comune, ha statuito essere a tutt’oggi vigente.

Riportiamo, in allegato, l’intervento della CISL SCUOLA di VERONA e il comunicato sindacale unitario alla stampa inerenti la vicenda. Segnaliamo alle docenti della scuola dell’Infanzia del Comune di VERONA invitandole a partecipare numerose le assemblee in orario di lavoro del prossimo 27 novembre, quale importante  momento per fare il punto della situazione anche sotto l’aspetto dei rinnovi contrattuali, di una vicenda su cui pesanti ed evidenti sono le responsabilità in capo all’Amministrazione.

allegati: