MOBILITA’: le sconsiderate decisioni del Ministro, richiedono il rimedio urgente del Governo !

Categorie: , , , , , | 24-03-2020

In linea con le considerazioni già espresse sulla scarsa opportunità e l’irresponsabilità di aprire alla presentazione delle domande di trasferimento e passaggio, che interessano una ampia platea di personale anche in relazione ai numeri dei possibili posti a disposizione, immediatamente é arrivata oggi la ferma posizione della CISL SCUOLA che con nota unitaria, che riportiamo in allegato, ha bollato come sconnessa dalla realtà la del Ministro di pubblicare l’annuale ordinanza sulla M0bilità.

Riteniamo come CISL SCUOLA  che il Governo debba ad intervenire anche nei confronti del Ministro per porre rimedio tempestivo a scelte che espongono il personale docente e Ata, già a diverso titolo impegnato nel fronteggiare gli effetti dell’emergenza Coronavirus che si  riflettono sulla Scuola, riteniamo inaccettabili e insufficienti le giustificazioni addotte dal Ministero che ha per scelta preferito evitare il confronto con la Organizzazioni sindacali affidandosi alla sola comunicazione  via social  del profilo facebook della Ministra Azzolina.

Come ben rappresentato infatti anche da Maddalena Gissi, Segretaria Generale CISL SCUOLA , nell’odierna dichiarazione  “sentirsi dire, oggi, che si stanno applicando accordi datati 5 marzo farebbe sorridere, se non vivessimo quello che stiamo vivendo. La verità è che abbiamo più volte chiesto di ridiscutere complessivamente procedure e scadenze, adattandole a una situazione di emergenza assolutamente inedita e via via più drammatica. Nessun riscontro, al punto che nemmeno ci è stata inviata l’ordinanza al momento della sua pubblicazione. Un comportamento che si commenta da sé”.

allegati:

– Nota sindacale unitaria MOBILITA_24_03_2020

– Comunicato stampa Maddalena Gissi CISL SCUOLA Mobilità 24_03_2020